Festa di Santa Maria della Neve. Quindicesima Festa del Folcrore

04/08/2017 - 05/09/2017

Festa di Santa Maria della Neve. Quindicesima Festa del Folcrore
La festa di Santa Maria della neve, patrona di Suni, è una delle feste annuali più importanti della Planargia,territorio posto in prossimità della città di Bosa. La festa si sviluppa in due giorni, il 04 e 05 agosto, framusica, fede, folklore ed enogastronomia.

La solenne processione che si snoda nelle vie del paese, oltre a testimoniare la devozione di Suni e dellaPlanargia alla Beata Vergine, presenta uno spaccato delle tradizioni sacre e profane della Sardegna. Aprono il corteo i cavalieri di Suni, con i cavalli bardati a festa, seguono numerosi gruppi folk in rappresentanza di diverse aree storiche dell’isola; immediatamente prima del simulacro della Madonna oltre venti Confraternite, provenienti da tutta la Sardegna, mostrano la propria storia di fede e tradizioni secolari.

La Madonna della neve, o Santa Maria Maggiore, è venerata a Suni da tempo immemorabile. Essa è patrona del piccolo centro che nel 2010 le ha tributato grande onore con la solenne incoronazione. Durantela festa giungono a Suni numerosi fedeli anche al fine di avere le indulgenze legate alla chiesa, associata alla Basilica Romana di Santa Maria Maggiore, e per questo Chiesa Privilegiata.

La statua della Madonna risale probabilmente al XVI secolo ed è collocata in un pregevole retablo ligneo risalente al 1790 dove i forti toni del blu e dell’oro impreziosiscono il simulacro posto al centro.
La chiesa parrocchiale è costruita fra la metà del Quattrocento e i primi decenni del Cinquecento in stile Tardogotico. La facciata invece appartiene ad una precedente chiesa romanica L’area dell’attuale chiesa parrocchiale è frequentata ininterrottamente dal periodo Nuragico ad oggi.

Il Festival musicale SuOni d’estate, apre i festeggiamenti il 04 Agosto, mentre il cinque dopo aver ammirato la solenne processione è possibile degustare in piazza una cena servita dall’Associazione e seguire subito dopo la Rassegna Internazionale del Folklore con la presenza dei gruppi sardi e di alcuni gruppi ospiti che quest’anno saranno provenienti dal Messico, dal Perù e dalla Nuova Zelanda.

La fede, il folklore, lo splendido panorama che dal belvedere della Parrocchia si può godere, fanno della manifestazione un’occasione unica, nel territorio, per avvicinarsi alla Sardegna più vera ed originale.